GIORNO DELLA MEMORIA - Rete civica del comune di San Benedetto Po

Notizie - Rete civica del comune di San Benedetto Po

GIORNO DELLA MEMORIA

 
GIORNO DELLA MEMORIA

GIORNO DELLA MEMORIA - 27 GENNAIO 2021

1 - LA CONOSCENZA

Condizione necessaria per apprendere dal passato è conoscere. Solo sulla base della conoscenza possiamo sapere, imparare, agire con CORAGGIO e sforzarci di migliorare...perchè quello che è successo, non accada MAI più...per dire NO ALL’INDIFFERENZA.

> Ai seguenti link:

Libri > http://www.biblioteche.mn.it/shelf/view/40092/lst?

Film > http://www.biblioteche.mn.it/shelf/view/40349/lst?

sono disponibili una bibliografia e una filmografia dedicate ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado proposte in collaborazione con Biblioteca Informagiovani Gonzaga e Piazzalunga • Cultura Suzzara, ANPI San Benedetto Po e ANPI Suzzara-Motteggiana Gonzaga

> Sulla piattaforma LTO Mantova, nella sezione educazione civica, sono disponibili contenuti di approfondimento per insegnanti e studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, a cura del Prof. Frediano Sessi in collaborazione con la Rete Bibliotecaria Mantovana

Ecco il link: https://edu.ltomantova.it/view/educazione_civica

Per accedere ai contenuti è necessario effettuare l'iscrizione al portale.

Per info e prenotazione di libri:

biblioteca@comune.san-benedetto-po.mn.it

0376/623040

#noallindifferenza #provinciadimantova #giornodellamemoria #giornatadellamemoria #conoscenza #comunesanbenedettopo #coraggio #librisullashoah

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

2 - IL CORAGGIO

Per conoscere il #coraggio di chi in passato ha dovuto affrontare scelte inimmaginabili.

Per avere, anche ora, il coraggio di affrontare la verità, contro l’#indifferenza.

[...] Sophie Scholl viene arrestata insieme al fratello Hans, che cerca di inghiottire un foglio scritto a mano da Christoph, ma gli uomini della Gestapo riescono a impedirglielo: Christoph, scoperto anche lui, viene catturato pochi giorni dopo a Innsbruck, mentre cerca di andare a salutare la moglie malata e la seconda figlia appena nata. Considerata la più debole del gruppo di cui invece è l’anima, Sophie Scholl viene torturata per quattro giorni affinché indichi l’identità di altri membri del gruppo.

Robert Monroe, il funzionario della Gestapo che la interroga, vuole che lei faccia i nomi dei compagni, invece Sophie non solo resiste, ma rivendica la sua scelta, perchè il nazismo ha disonorato la Germania. Ribatte alle accuse dicendo che non si può tacere e restare inerti di fronte alle guerre sanguinarie e gratuite, alla deportazione degli ebrei, all’uccisione dei bambini mentalmente ritardati, prelevati in ospedale con la promessa di portarli in paradiso. [...]

“In nessuna circostanza ci si può arrogare il diritto di decidere della vita e della morte di un essere umano.”

Le spaccano una gamba, Moha le promette una riduzione di pena se sceglierà di ritrattare e condannare le posizioni di Hans per aver salva la vita.

“Non tradirò mio fratello e i miei principi. Non accetterò alcun accordo coi nazisti.”

”Signorina Scholl, non è pentita di ciò che ha fatto?”

”No al contrario! Io ho fatto ciò che ritenevo giusto per il mio paese, non rinnego la mia condotta e ne sopporterò le conseguenze.”

”Allora è finita, signorina Scholl.”

Dopo quattro giorni di vane torture e minacce, persino gli aguzzini si arrendono: i fratelli Scholl non tradiscono i loro compagni e non ritrattano nulla. Così vengono consegnati al Tribunale del Popolo [...] che in solo cinque ore condanna Sophie, Hans e Christoph a morte per aver ”propagandato idee disfattiste” e “diffamato il Fuhrer in modo assai volgare, prestando così aiuto al nemico del Reich e indebolendo la sicurezza armata della nazione.”

(da Questa rosa non morirà, storia di Hans e Sophie Scholl, contenuto in “Come fiori che rompono l’asfalto: venti storie di coraggio“ di Riccardo Gazzaniga, casa editrice Rizzoli)

#conoscenza #coraggio #indifferenza #giornodellamemoria #provinciadimantova

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "CE Wately She'll one mOrO wait. matter there ole. doesn't you Before olor rising He frowned little and then saad, She VB ellintani iblioteca Per CONOSCERE il CORAGGIO di chi ha dovuto affrontare scelte inimmaginbili Per NON dimenticare Porchè non succeda MAI più Ropy comune di San Benedetto PO Giornata della Memoria 27 Gennaio 2021"

 

NO ALL'INDIFFERENZA

In occasione dell celebrazioni della Giornata della Memoria, l'Amministrazione Comunale in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Umberto Bellintani”, l'I.C. Matilde di Canossa e ANPI San Benedetto Po, propone la visione del video realizzato con i lavori dei ragazzi delle classi terze dell'Istituto E. Ferri, a conclusione del progetto “No all'indifferenza”.

 

 

 

Seguono l’intervento del Sindaco Dott. Roberto Lasagna e del Presidente di ANPI San Benedetto Po.